* HIDDEN_ACCESSIBILITY_TITLE *

Intel Core

Perché l'Edge Computing sarà la prossima soluzione aziendale nell'era dell'IoT

Viste le minacce sempre più crescenti per la sicurezza, la proliferazione dei dati e l'aumento della mobilità, l'Edge Computing sembra essere una soluzione naturale per le attuali limitazioni infrastrutturali. Inoltre, considerando che Equinix prevede che le aziende che operano sull'Edge digitale otterranno 2 trilioni di dollari in benefici aggiuntivi nei prossimi cinque anni, dalla migliore elaborazione dei dati a una sicurezza più efficace, i motivi per i quali molte aziende stanno valutando di passare all'Edge sono numerosi:

Incremento della capacità e della velocità di rete

I dispositivi con accesso a Internet aggiungono pressione sul cloud (con i datacentre spesso posizionati a centinaia o migliaia di chilometri dall'utente finale) e l'incredibile quantità di dati elaborati può appesantire le operazioni, causando un ritardo e riducendo la produttività. Elaborando i dati sull'Edge di una rete, dove viene svolta l'attività a livello pratico, le aziende godono di una minore latenza e di una maggiore qualità del servizio. I colli di bottiglia dei dati si riducono e le aziende possono essere molto più selettive rispetto a ciò che inviano al cloud. Questo libera le risorse in cloud, dando la possibilità di focalizzarsi su attività più impegnative e al contempo abilitando le applicazioni endpoint e l'elaborazione in tempo reale per consentire una maggiore produttività mobile. In considerazione dell'avvento del 5G, con una base prevista di abbonati pari a mezzo miliardo entro il 2022, il significativo aumento della velocità innalzerà l'utilizzo dei dati mobili a nuovi livelli.

Maggiore diffusione dell'IoT

Tutto questo implica che, con una sempre maggior diffusione delll'IoT (Internet of Thing), un'architettura Edge Computing consente alle aziende di abbracciare queste tecnologie senza temere un sovraccarico dei dati. IDC prevede che la spesa IoT globale raggiungerà 1,4 trilioni di dollari entro il 2021, portando con sé un incredibile aumento dei dati: secondo le previsioni diCisco,nel 2020 sul cloud saranno presenti 14,1 ZB (zettabyte) di dati, rispetto agli appena 3,9 ZB del 2015.
Per gestire e ottimizzare l'uso di tali livelli di dati, sarà necessario adottare un approccio focalizzato sull'Edge.

Mantiene i dati distanziati per una maggiore sicurezza

L'80% dei dati sui dispositivi mobili è crittografato, percentuale molto più alta rispetto a quella per i dati aziendali che, in genere, sono più sensibili. Poiché l'elaborazione viene eseguita sull'Edge e tra gli endpoint locali, una maggiore percentuale di dati sarà crittografata prima di essere inviata alla rete di trasporto. È quindi meno probabile che malware, file danneggiati e tentativi di attacco da parte degli hacker riescano a penetrare nell'infrastruttura IT centrale e le aziende avranno invece una maggiore possibilità di riconoscere queste minacce sull'Edge.

Leggi di più sul nostro ultimo eBook: Lavorare sull'Edge: il futuro del mobile working

Twitter LinkedIn Email Print

Maggiori informazioni su notebook, 2-in-1 e soluzioni di Toshiba con i processori Intel® Core™

Torna alla home page Toshibytes ►

Intel, il Logo Intel, Intel Inside, Intel Core e Core Inside sono marchi registrati di Intel Corporation negli Stati Uniti e/o in altri Paesi.